separator

Palazzo Cerasi, edificato nella prima metà del XVII secolo dal Cardinale Ottoboni, duca di Fiano, per la sua discendenza, passò poi in eredità ai Boncompagni. La facciata è ornata di mascheroni, draghi e mensole, sostenenti i balconi. All’interno del cortile, in una nicchia ricoperta da una volta a vela, trova posto una piacevole fontana che con false prospettive incornicia la statua di Diana cacciatrice.

Via del Babuino deve il suo nome ad un “nomignolo” (babbuino) che i romani diedero ad una figura di sileno, appollaiato sin dal Rinascimento sulla semplicissima fontana collocata nei pressi di Palazzo Cerasi, nata come abbeveratoio per i cavalli. Il soprannome dato alla figura è la conseguenza della faccia ghignante del sileno, ora resa ancora più grottesca dall’usura del tempo.